Raccontando la storia dell’arte (laboratori in coso alla Casa degli Scarabocchi)

Dai primitivi alle
avanguardie

Lo storico dell’arte Ernst Gombrich affermava
che “non esiste in realtà una cosa chiamata arte. Esistono solo gli artisti…”.
Oggi ci troviamo davanti a una moltitudine di immagini e oggetti che gli
artisti nel corso del tempo ci hanno lasciato per poter godere e apprezzare la
bellezza. L’obiettivo del progetto è quello di
avvicinarci all’arte attraverso il contatto diretto con le opere: dai primi
graffiti delle caverne all’arte astratta delle Avanguardie. Racconteremo la
storia dell’arte per ‘episodi’ cercando di cogliere l‘evoluzione e i momenti
più significativi del ‘fare’ arte.
Il percorso educativo proposto si articola in due
fasi:-
Documentazione e studio
(Presentazione con immagini)-
Esperienza laboratoriale

Obiettivi:

· Promuovere
l’apprendimento del linguaggio visivo e la conoscenza della cultura artistica

· Sviluppare
il senso critico ed estetico

· Stimolare
la creatività e la libera espressione

· Riflettere
sui modi di rappresentare la realtà e sul concetto di creazione artistica

· Sviluppare
la capacità di lavorare in modo collaborativo condividendo idee e pratiche

· Comunicare
e rendere fruibili alcuni elaborati alla comunità, attraverso pubblicazioni,
eventi, mostre

Metodologia
Il progetto illustra un approccio concreto all’arte, che
privilegia il ’fare’ per poi ‘capire’. ‘Fare’ arte significa ’vivere’ l’arte
con spontaneità attraverso l’esperienza pratica, sperimentando le tecniche e le
regole del linguaggio visivo.
Materiali e tecniche: Pittura, collage, acquerello, matite, pastelli a olio e
a cera, tecniche miste
Data d’inizio del progetto: Novembre 2016
Argomenti trattati: L’Arte della Preistoria /La pittura egizia/I popoli dell’America antica.
Per i prossimi laboratori vedi ‘Programmi didattici’.